Gheddafi muore e Finmeccanica va in bancarotta

novembre 17, 2011 5 Comments
By

Dal titolo parrebbe una congettura azzardata ma a noi piace fare congetture azzardate perché sono quelle che fanno pensare di più. Sta di fatto che Finmeccanica, un’azienda con le mani in pasta nella politica italiana da decenni, aveva fatto investimenti milionari proprio col Colonnello Gheddafi con il beneplacito del governo Berlusconi (ovviamente a cosa serve un governo se non ad aiutare gli amici in difficoltà?). Al Marzo 2011 si parlava di 800 milioni di euro investiti in Libia. Prima di questo la Lybian Investment Authority dall’inizio di quest’anno detiene il 2,01% di Finmeccanica. L’uno aiuta l’altro quindi. Il Ministero dell’Economia italiano detiene il 32% delle quote in Finmeccanica, facendoci ben capire quanto legate fossero le sorti di Gheddafi, governo Berlusconi e Finmeccanica. E con Finmeccanica parliamo ovviamente di armamenti pesanti. Il gruppo Anonymous nel Marzo di quest’anno denunciava Finmeccanica per aver venduto armamenti al regime di Gheddafi per anni e per protesta oscura il sito dell’azienda.

Marzo è un mese importante perché incominciano i primi scontri armati tra ribelli della Cirenaica e l’esercito lealista libico. L’avanzata delle truppe verso Ovest e i bombardamenti della NATO isolano il Colonnello ancora di più. Ed è proprio da questo mese in poi che il valore delle azioni di Finmeccanica va giù per poi crollare definitivamente con la fuga di Gheddafi a Sirte (21 Agosto). Come potete vedere il grafico riassume brillantemente le vicende libiche. E ora che gheddafi è morto pure Finmeccanica rischia di morire. Notizia di qualche giorno fa infatti: Finmeccanica crolla e perde il 20%.

[…] Il risultato netto al 30 settembre è negativo per 324 milioni.” Oops, non saranno proprio quelli, gli 800 milioni del governo Gheddafi che sono venuti a mancare, dati a loro volta dal Governo Berlusconi anni fa per risarcire la Libia del periodo coloniale? Alla fine, se andate a ben vedere sono tutti soldi nostri, gentilmente rubati ai cittadini tramite la tassazione. E ora è il turno dei francesi con le loro aziende private, aiutate dal governo Sarkozy. Questo mercato libero e senza lacciuoli è proprio una brutta bestia. Bisognerebbe aumentare il ruolo dello Stato ancora di più.

Ma tranquilli Finmeccanica non fallirà dato che un terzo è pubblico, ci sarà sempre un governo che darà un aiutino. Magari il nuovo governo Monti.

Tra libertari c’è una frase che ripetiamo sempre quando un perfetto sconosciuto ci incrocia – sul web- pensando che il libertarismo sia “robba per ricchi imprenditori”: se il libertarismo supporta le grandi imprese, perché le grandi imprese non supportano il libertarismo? Semplice: molte delle grandi imprese di questo mondo non esisterebbero senza il socialismo statale. Gli Agnelli avrebbero fallito da tempo, Berlusconi non avrebbe mai costruito il suo impero senza Craxi, Gates non si sarebbe mai assicurato il controllo sul copyright e Finmeccanica non avrebbe mai venduto armamenti a Gheddafi coi soldi che Berlusconi aveva regalato al governo libico anni prima. Tutto torna, il libero mercato non è mai esistito su questo pianeta, il crony capitalism la fa da padrone, il libero mercato diventa uno spauracchio per l’opinione pubblica e i massmedia che chiedono ancora più intervento statale sulle aziende e il libertarismo non verrà mai compreso fin quando la gente non capirà cosa lega lo stato, i governi, le aziende e la tassazione.

Tags: , , , , , , , , ,

5 Comments » 5 Responses to Gheddafi muore e Finmeccanica va in bancarotta

  1. paolo farello on novembre 17, 2011 at 11:47

    Finmeccanica ha dichiarato profitti per 456 milioni, ma sono quasi tutti frutto di una operazione straordinaria, la cessione del 45% di Ansaldo Energia che ha portato a incassare 443 milioni. Il che equivale a dire che la società non è più in grado di generare redditività, a meno di vendere altre partecipazioni.

  2. […] Gheddafi muore e Finmeccanica va in bancarotta | libertariaNation __________________ WLF […]

  3. Frank77 on dicembre 2, 2011 at 20:01

    “Ma tranquilli Finmeccanica non fallirà dato che un terzo è pubblico”

    Beh questo non significa nulla.
    Alitalia era interamente pubblica ed è fallita.

  4. paolof on dicembre 2, 2011 at 23:39

    se Passera nn parla a vanvera dicendo ke a breve ci saranno novita’ su sifi……….cosa fanno. ..regalano le partecipazioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.