Lo stato USA con meno poveri è quello con meno tasse. Che sorpresa!

dicembre 13, 2011 6 Comments
By

Live free or die, questo è il motto ufficiale del New Hampshire. Non è un caso che il New Hampshire (NH) sia stato scelto dal Free State Project, il progetto che ha come scopo lo spostamento di più libertari possibile in NH per costituire il primo vero stato libertario al mondo. Il NH infatti è:

  • l’unico stato USA a non avere tasse sul reddito
  • qui non esiste neppure la sale tax (equivalente alla nostra IVA).
  • non esiste neppure l’inventory tax che colpisce le aziende.
  • è al 49esimo posto tra gli stati USA come pressione fiscale.
  • gode di una economia florida anche se non ha industria degna di questo nome né risorse naturali. Al terzo posto come quantità di imprese hightech.
  • il NH ha recentemente rigettato il cosiddetto Obamacare dichiarando che nessun cittadino del NH può essere forzato ad avere una assicurazione sanitaria.
  • è lo stato del New England che ha sofferto meno la recessione e si stima che sarà il primo ad uscirne.

In questo inferno, come lo definirebbero i socialisti, ci dovrebbero essere i poveri nelle strade a chiedere l’elemosina, le lunghe fila di disoccupati agli uffici di collocamento, un divario tra ricchi e poveri incolmabile. E invece il NH oggi ci insegna un qualcosa che dovrebbe far aprire gli occhi a molti. E’ infatti lo stato più ricco degli USA con appena il 5.4% della popolazione sotto la soglia di povertà, al quarto posto per occupazione e al settimo per la percentuale di popolazione più bassa senza assicurazione medica. Una ricchezza quindi condivisa dalla maggior parte della popolazione. La ragione? Poche tasse e tante libertà per le imprese e qui a libertariaNation siamo sicuri che non si tratti di una semplice congettura.

Tags: , , , ,

6 Comments » 6 Responses to Lo stato USA con meno poveri è quello con meno tasse. Che sorpresa!

  1. Procellaria on dicembre 13, 2011 at 18:24

    Il NH è in effetti al quarto posto (secondo i valori dell’indice di Gini) riguardo all’uniformità nella distribuzione della ricchezza tra gli stati USA.
    http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_U.S._states_by_Gini_coefficient
    Comunque l’indice di Gini di NH (0.425) è parecchio maggiore rispetto alla maggior parte dei paesi europei (UK 0.340, NL 0.309, D 0.270, B 0.280, I 0.320, F 0.327, IE 0.293, etc.)
    https://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/rankorder/2172rank.html

  2. […] per le imprese e qui a libertariaNation siamo sicuri che non si tratti di una semplice congettura. (fonte) This entry was posted in Estero. Bookmark the permalink. ← Serve altro per diventare […]

  3. er on dicembre 23, 2011 at 20:26

    Ci sono interi stati al mondo in cui le tasse praticamente non ci sono e non si pagano, ma sono poverissimi. Mi sai dare una spiegazione anche di questo cavillo pratico?

  4. fabristol on dicembre 24, 2011 at 01:33

    Per er

    esistono decine di fattori che influenzano la povertà in un paese, non solo la tassazione. In molti paesi poveri esistono condizioni politiche disastrose per motivi anche storici. Quello che è interessante del New Hampshire è che all’interno della federazione degli Stati Uniti d’America, quindi un modello politico, storico e culturale relativamente omogeneo, sia sia uno dei più prosperi e con meno tassazione fiscale. Il quadro di riferimento è importante ovviamente. Non puoi mettere sullo stesso piano gli USA con lo Zimbabwe. In certi paesi non esiste neppure una classe media imprenditrice.

    Inoltre sempre all’interno degli USA:
    “The study also examines an interesting relationship between two states that embraced opposite fiscal strategies during the 1990s.

    In 1990, Arizona had the nation’s fifth-heaviest tax burden and a poverty rate well above the national average. California’s tax burden was much lower, ranking 24th in the nation. In 1990, Arizona’s poverty rate was 25 percent higher than California’s.

    During the 1990s Arizona cut taxes, bringing its tax burden down to 25th highest in 2000. California kicked spending and taxation into high gear, raising the state’s ranking from 24th to ninth highest by 2005.

    Consequently, Arizona enjoyed a significant poverty rate decrease. California’s poverty rate actually increased, from 12.5 to 14.2 percent.

    The study notes California’s high taxation has been so damaging to the economy that it is on track to have a higher percentage of its population living in poverty by 2010 than Mississippi.”

    tratto da qui: http://news.heartland.org/sites/all/modules/custom/heartland_migration/files/pdfs/20462.pdf

  5. Orr on novembre 28, 2012 at 16:44

    Per Fabristol

    Dunque stiamo parlando della realtà USA e non quella africana. Perchè Obama dovrebbe modificare dall’alto le istituzioni del NH? Non vanno bene così come sono? Non va bene cosa ha deciso la comunità del NH? Perchè il comunista Obama dovrebbe cambiare le regole del sistema sanitario del NH? Perchè non torna in Africa e non va a cambiare le cose in Africa? Perchè a tutti i costi si vuole standarizzare l’occidente o addirittura il mondo in uno piatto sistema socialista-socialdemocratico? E’ bello il NH.

  6. Fisco nel New Hampshire on novembre 29, 2012 at 14:29

    […] […]

    [WORDPRESS HASHCASH] The comment’s server IP (188.165.207.20) doesn’t match the comment’s URL host IP (178.32.141.134) and so is spam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.