10 libri che non possono mancare sotto il vostro albero di Natale libertario

dicembre 23, 2011 3 Comments
By

Come festeggiare il Natale e le feste se non con qualche lettura libertaria natalizia? E cosa c’è di più vicino allo spirito natalizio se non il principio di non aggressione libertario, ovvero quel principio che ci insegna che la nostra libertà finisce dove inizia quella degli altri? Di seguito una lista di libri libertari che potrebbero interessarvi, 5 in italiano e 5 in inglese (purtroppo la produzione in italiano è un po’ scarsa) che a nostro parere non dovrebbero mai mancare in una libreria libertaria. E per una volta siate altruisti facendo la cosa più egoista del mondo: comprate per il vostro piacere questi libri e aiuterete con una piccola commissione il nostro progetto.

1) L’etica della libertà, di Murray Rothbard, Liberilibri.

Uno dei caposaldi della saggistica economico-politica e fonte di ispirazione per generazioni di libertari.

2) Democrazia, il dio che ha fallito di Hens Hermann Hoppe, Liberilibri.

Un libro che demolisce pezzo per pezzo il mito o la religione della democrazia come l’ultimo stadio perfetto delle società umane.

3) Credere nello Stato? Teologia politica e dissimulazione da Filippo il Bello a Wikileaks, di Carlo Lottieri, Rubbettino.

Lottieri ci parla di come lo Stato sia diventato una sorta di nuova religione con la sacralizzazione del potere politico diventato unica fonte di giustizia, benessere e felicità.

4) Individuo, mercato e stato di diritto, di Ludwig Von Mises, Rubbettino.

Un altro dei caposaldi della letteratura libertaria da uno dei padri del libertarismo moderno.

5) La tragedia dell’euro, di Philipp Bagus, Usemlab.

Gli amici di Usemlab pubblicano il quarto capitolo della serie Usemlab sul destino che aspetta la moneta unica europea.

6) It is dangerous to be right when the government is wrong, di Judge Napolitano, Thomas Nelson

Judge Andrew Napolitano, anchorman di Fox News esce in questi giorni col suo nuovo libro che se la prende con lo strapotere del governo USA contro i suoi stessi cittadini.

7) Liberty defined, di Ron Paul, GC Publishing

Ron Paul sta in testa a tutti i sondaggi americani per la corsa alle primarie repubblicane e non poteva mancare quindi un suo libro che è già diventato un classico.

8 )  Bastiat Collection, di Frederic Bastiat, Kindle edition

Un classico che non può non mancare nella vostra libreria da parte di un libertarian ante litteram per eccellenza.

9) Human action, di Ludwig Von Mises, Liberty Fund.

Forse il libro più rivelatore e importante di Ludwig Von Mises. Un must have.

10) Machinery of freedom, David Friedman, Open Court Publishing

 Veloce, semplice, diretto e moderno, l’Ingranaggio della libertà è disponibile anche liberamente scaricabile in pdf qui.

Tags: , , , , , , , ,

3 Comments » 3 Responses to 10 libri che non possono mancare sotto il vostro albero di Natale libertario

  1. Flash on dicembre 24, 2011 at 03:03

    Ho una domanda da porre.
    Su Wikipedia e altri siti, si distingue tra libertarismo e Libertarianismo.
    Il primo riferito ai libertari collettivisti, contro la proprietà privata e di sinistra…..il secondo riferito alla concezione individualista, a favare della proprietà privata, del libero mercato e a cui si ispira questo sito. Quest’ultimo termine è una traduzione dall’inglese libertarianism (Ron paul).
    Cosa ne pensate ?

  2. fabristol on dicembre 24, 2011 at 10:29

    Per Flash

    hai perfettamente ragione. E’ un po’ ocmplicato ma spero che questo possa aiutare a capire: http://libertarianation.org/2011/10/10/liberali-e-libertari-confusioni-lessicali-e-politiche/

    😉

  3. Astrolabio on dicembre 24, 2011 at 12:27

    libertariano è un termine che si sono inventati i comunisti wikipediani, il primo libro di rothbard è tradotto “per una nuova libertà, manifesto libertario” (1973) per quanto mi riguarda io mi definisco libertario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.