Un Natale libertario

dicembre 24, 2011 5 Comments
By

Qui ci prendiamo una pausa per le vacanze di Natale e ci si rivede all’inizio di Gennaio 2012. Vi ricordiamo che il concorso Vinci un libro libertario è ancora valido fino al 25 Dicembre. Quindi se non lo avete ancora fatto affrettatevi in questi ultimi giorni. Auguriamo Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti i lettori di libertariaNation. Vi lasciamo con le parole di Ayn Rand che riguardo al Natale ci vuole insegnare qualcosa di libertario e fuori dal comune:

“L’aspetto più affascinante del Natale è che tale giorno esprime la buona volontà in una forma allegra, felice, positiva e non-sacrificale. Si dice “Buon Natale” e non “Piangi e pentiti”. E la buona volontà si esprime in una forma materiale e materialista – offrendo doni ai propri amici e spedendo cartoline di auguri.
L’aspetto più bello del Natale è proprio quello comunemente deplorato dai mistici: il fatto che è stato commercializzato. L’acquisto di doni stimola un’enorme gara di ingegno nella creazione di prodotti devoti ad un solo scopo: dare agli uomini piacere. E le decorazioni delle strade messe su dai negozi e da altri enti – gli alberi di Natale, le luci lampeggianti, i colori sgargianti – offrono alla città un’atmosfera magica e spettacolare che solamente l’avidità commerciale rende possibile. Bisogna proprio essere terribilmente depressi per resistere alla meravigliosa gioia di questo spettacolo.”

Ayn Rand, The objectivist calendar, Dec. 1976

Tags: ,

5 Comments » 5 Responses to Un Natale libertario

  1. Stefano Capomaccio on dicembre 24, 2011 at 09:51

    Allora sono molto depresso. 🙂

  2. Davide on dicembre 24, 2011 at 10:50

    Devo esserlo terribilmente anch’io… 😛

  3. Astrolabio on dicembre 24, 2011 at 11:46

    è un po’ keynesiana st’apologia del natale 🙂 per quanto mi riguarda il mio sarà un natale spirituale e con l’influenza, ma se divento ricco non vi preoccupate che ci do giù di regali a schifio, è la povertà che mi frega sempre.
    auguri.

  4. fabristol on dicembre 24, 2011 at 13:50

    Sarà che io ho sempre vissuto il natale in modo molto “secolarizzato”, ho sempre avuto un buon rapporto con queste feste. Il problema è la corsa per i regali!
    auguri comunque a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.