Giudice vieta ad una donna di fare sesso perché autistica

febbraio 28, 2012 8 Comments
By

Lo ammetto, questo è un argomento molto delicato e di non facile soluzione e sarebbe tutto da prendere con le pinze. La storia è questa: il giudice inglese Hedley ha chiuso la seduta di una corte di giustizia al nord di Londra con un clasmoroso verdetto. Una ventinovenne autistica da ora in poi non potrà fare sesso con alcuno e chiunque si avvicinerà a lei o farà sesso con lei verrà arrestato per violenza sessuale. Il shockante verdetto ha tra le sue motivazioni il fatto che la ragazza ha una vita sessuale disinibita e poco controllo della libidine tanto da farla incorrere in passato a rapporti sessuali con sconosciuti e senza protezione.

“E’ strano ma allo stesso tempo vero che perfino la libertà di prendere decisioni non sagge sia una delle cose che la corte (di giustizia) debba controllare e solo se e quando i migliori interessei della donna lo richiedano.” ha dichiarato il giudice.

Non sappiamo se la donna sia stata data in custodia al giudice dalla famiglia né se la stessa protagonista della vicenza abbia richiesto tale custodia.

I problemi dal punto di vista libertario, e non solo, sono questi:

1) come può il giudice sperare di poter controllare il comportamento sessuale di una donna adulta e per di più autosufficiente anche se con problemi di autismo e basso QI?

2) qual è il confine tra un comportamento sessuale volontario ed uno involontario (discriminante per il quale alla donna è stato interdetto il sesso)?

3) una donna adulta ha diritto ad una vita sessuale (privata) anche se con problemi mentali?

4) può lo stato decidere a quali cittadini e quali comportamenti impedire?

5) riguardo le terze parti: i potenziali partner della donna come possono sapere del divieto imposto sulla donna e come è possibile accusarli di stupro quando la donna acconsente ad un rapporto sessuale?

A mio modesto parere il verdetto oltre che ridicolo dal punto di vista morale e delle libertà personali lo è dal punto di vista della sua applicabilità. A meno di dover utilizzare qualche strumento elettronico di controllo o il monitoraggio 24 ore su 24 della donna per tutta la sua vita. Altra cosa inapplicabile poi riguarda l’applicazione del divieto che riguarda terze parti: i poveri malcapitati della donna saranno accusati di un reato pur non sapendo di compiere un reato a meno che non si costringa la donna a tenere un cartello o un documento ufficiale del tribunale inglese per avvertire i potenziali partner. Ma significherebbe che la donna debba collaborare attivamente con il giudice, cosa che non è certa.

Tags: ,

8 Comments » 8 Responses to Giudice vieta ad una donna di fare sesso perché autistica

  1. hronir on febbraio 28, 2012 at 09:00

    Completamente off-topic, a rischio “puffo quattr’occhi”, ma forte del fatto che altrove hai detto di apprezzare correzioni sulla lingua, invece di un silenzio finto-gentile, volevo solo farti notare che, in italiano, si dice “fare sesso” e non “avere sesso”.
    Ecco, l’ho detto.

  2. myself on febbraio 28, 2012 at 11:42

    Questo verdetto è solo una dimostrazione di come secondo la legislazione le persone con problemi mentali siano prive di diritti, perchè se una donna adulta non ha diritto di fare sesso con un uomo adulto allora non so che altri diritti possa avere.

    Certo, il comportamento di questa donna è pericoloso, potrebbe prendere qualche malattia venerea: ma quale adulto sessualmente attivo non rischia di prenderne? Il giudice quindi dovrebbe rinchiudere tutti quelli che hanno rapporti sessuali non protetti, ridicolo.

  3. […] http://libertarianation.org/2012/02/28/giudice-vieta-ad-una-donna-di-avere-sesso-perche-autistica/P.S. Dit opmerkelijke vanuit het Italiaans vertaalde blog, deed mij meer vragen dan antwoorden […]

  4. fabristol on febbraio 28, 2012 at 18:50

    Per Hronir

    Cavolo! L’inglese mi sta proprio rendendo ignorante. La traduzione letterale di “to have sex”. 😉 Provvederò a correggere. Scusate!

  5. Ivo Silvestro on febbraio 28, 2012 at 21:01

    Non so: ci sono talmente tante variabili in giro, a iniziare dal livello di disabilità della ragazza, che esprimere giudizi mi pare difficile.
    Mi pare che il fatto che il giudice sia nominato dallo stato e non faccia ad esempio parte di una associazione privata di giudici interpellata da un privato – come mi sembra piaccia ad alcuni libertari – sia tuttavia ininfluente…

  6. Cachorro Quente on febbraio 28, 2012 at 23:02

    Mi associo a Ivo Silvestro.

    Immaginiamo che non ci sia lo stato. Diciamo che X è una donna maggiorenne con grave disabilità psichica. Diciamo che Y ha un rapporto sessuale con X. Diciamo che Z, il padre di X, ritiene che sua figlia non sia in grado di dare un consenso a un rapporto sessuale (e magari in questo è suffragato da una perizia del dottor W). Z si rivolge a una corte di giustizia privata: il dilemma si pone paro paro.

    L’applicabilità dell’ordinanza del giudice mi pare in realtà un non problema. Tu dici: chi fa sesso con questa donna non sa che commette un reato. In realtà il giudice ha solo decretato “in anticipo” quello che, secondo la sua interpretazione della legge, sarebbe stata la sentenza finale a prescindere, qualora la famiglia della donna avesse accusato di stupro chiunque avesse avuto con lei un rapporto sessuale.

    Non sto dicendo che sono d’accordo per forza con la sua decisione: come dice Ivo Silvestro, dipende dal livello di disabilità della ragazza.

  7. fabristol on febbraio 28, 2012 at 23:09

    Ciao Ivo,

    benvenuto! 😉
    Non per niente ho iniziato il post dicendo che è una situazione difficile a cui è quasi impossibile dare dei giudizi in merito.
    Hai ragione: il fatto che il giudice sia nominato dallo stato è ininfluente peché questa è una decisione sua, una sua interpretazione della legge ecc. Però utilizzerà lo stato per far valere il suo decreto. Un verdetto che comunque sarà difficilissimo poter far rispettare per tutti i casi che ho elencato.

  8. […] * Link all’originale: http://libertarianation.org/2012/02/28/giudice-vieta-ad-una-donna-di-avere-sesso-perche-autistica/ […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.