Meanwhile in Veneto

giugno 26, 2013 2 Comments
By

Periodico aggiornamento sulla situazione pre-liberazione dallo stato italiano del Veneto.

Ci eravamo lasciati a metà marzo con la Risoluzione 44 alla quale si doveva dare un esito pratico, ossia l’indizione di un referendum per consultare i cittadini residenti in Veneto se volevano o meno la nascita di una Repubblica Veneta. La situazione attuale invece è che a luglio ci sarà una riunione straordinaria del Consiglio Regionale per discutere del P.d.L. 342, ossia della legge referendaria, ossia del referendum per l’indipendenza. All’inizio questo consiglio doveva essere il 27 giugno, poi per questioni burocratiche (ci si muove pur sempre ancora all’interno di istituzioni italiane) è stato rimandato a luglio. Contemporaneamente Indipendenza Veneta (cioè il movimento politico che ha attivato tutto questo) spinge per far approvare a quanti più comuni veneti possibili ordini del giorno a supporto del P.d.L. 342. A oggi siamo a sedici. Cioè, sedici comuni del Veneto hanno deliberato il loro appoggio al referendum per l’indipendenza.

Nel concreto questo vuol dire che già il prossimo ottobre i cittadini del Veneto potrebbero essere chiamati a votare su una domanda del tipo: vuoi che il Veneto diventi una Repubblica indipendente e sovrana? Concorderete con me che tutto questo non è per niente irrilevante. Tuttavia fino ad adesso la stampa italiana non ha dato risalto alle novità che si susseguono anche in modo frenetico. Immagino però che dopo la seduta del Consiglio in questione la faccenda assumerà un carattere da “tormentone” facendo piovere in Veneto giornalisti da ogni dove. Immagino già i talk show politici e immagino già il mio tenermi ancora più lontano dalla tv italiana per non rischiare di prendermi un diabete da volemosobbene semo tutti italiani evviva la Costituzione!!!

Il sottoscritto è un socio fondatore di Indipendenza Veneta e amico personale di alcuni della sua attuale dirigenza; lo scrivo chiaramente per dichiararmi non estraneo ai fatti. Tuttavia sono anche residente all’estero e seguo quindi l’evolversi da fuori, quindi in modo più distaccato. Questo possibile referendum a mio modo di vedere ha solo una criticità che deve essere superata, oltre all’essere messo in programma: l’affluenza.

Il referendum sarà consultivo. Questo significa che l’esito della consultazione darà un suggerimento alle istituzioni venete su come muoversi. Io, e una letteratura giuridica e filosofica dietro di me, credo che alla fine, in soldoni, in pratica sia solo una questione di rapporti di forza. Gli italianisti possono sgolarsi quanto vogliono sull’indivisibilità dello stato italiano, concetto assurdo che implica la sottomissione eterna dei cittadini alla religione italiana (a riguardo l’ottimo articolo di Morosin), ma se una marea di persone si reca a votare al referendum e vota SI allora la faccenda cambia. Se una marea di persone certifica la propria voglia di diventare indipendente dallo stato italiano i rapporti di forza tra i legalisti italianisti e gli indipendentisti cambiano e la strada è in discesa. Detta in modo crudo, se hai il popolo dalla tua parte puoi fare quello che vuoi.

È per questo che sarà fondamentale, vitale, far andare quanta più gente possibile a votare e quindi far conoscere la possibilità concreta di diventare indipendenti.

Tags: , , , ,

2 Comments » 2 Responses to Meanwhile in Veneto

  1. William on giugno 26, 2013 at 14:08

    Se il Veneto diventa sovrano indipendente il resto dell’Italia si dividerà subito dopo. Buona parte del Sud dovrà fallire in quanto senza gli introiti del nord non potranno pagare la loro quota del debito pubblico.

    Un tale risultato ė auspicabile per far rivivere la penisola.

    Ricordiamoci che il periodo dei Comuni ė stato uno delle epoche più fiorenti della nostra storia.

  2. Kirbmarc on giugno 26, 2013 at 19:30

    Spero proprio che il referendum abbia successo. Se fossi ancora residente in Veneto (ho vissuto a Portogruaro dai cinque agli otto anni) voterei di sicuro per l’indipendenza. Nel frattempo diffondo la notizia fra tutti i miei amici veneti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.