Contrabbandieri di ovetti di cioccolato

giugno 16, 2014 3 Comments
By

ovetto-kinder1-1048356079A volte la realtà supera la fantasia. Uno si aspetta che ci sia un limite di buon senso alle sciocchezze che si possono commettere in nome e per conto dello stato. Soprattutto, ci si aspetta che i funzionari statali, se anche un politico, in preda alla follia, volesse promulgare una legge ridicola, cerchino di dissuadere quest’ultimo.
Ma no, la verità è diversa.
In USA, negli Stati Uniti, land of the free, è vietato importare ovetti di cioccolato di una nota marca italiana, perché contengono giochini di plastica che potrebbero, per la materna preoccupazione dello stato americano, essere inghiottiti dai bambini, che rischierebbero così di soffocare.
Ora, il lettore ingenuo dirà che una legge siffatta, per sua natura, sarà disattesa da tutti, tutori della legge per primi.
E invece no.
Al confine tra Canada e Stati Uniti accade qualcosa di tremendo.
Alcune persone contrabbandano ovetti di cioccolato, portandoli attraverso cunicoli e sfuggendo ai controlli delle guardie di frontiera, esattamente nello stesso modo in cui si contrabbandano altrove armi e stupefacenti.
E la polizia, quando scopre questi contrabbandieri, li incarcera e sgomina la banda di questi Al Capone della sorpresina.
Carissimi libertari, leggete questo e siate contenti di essere come siete.

Tags: , ,

3 Comments » 3 Responses to Contrabbandieri di ovetti di cioccolato

  1. CARLO BUTTI on giugno 16, 2014 at 16:16

    Protezionismo surrettizio, con la scusa di salvaguardare la salute dei consumatori. Sarebbe interessante indagare quale lobby di produttori statunitensi ci sia dietro questa normativa bizzarra; che, qualora se ne portino alla luce le vere ragioni, forse apparirà nella sua perversa razionalità…

  2. Kirbmarc on giugno 17, 2014 at 08:41

    L’embargo sugli ovetti Kinder è vero (e assurdo), ma l’articolo è un’opera di satira.

  3. William on giugno 17, 2014 at 09:50

    Protezionismo non c’entra niente, la legge indicata è alla stregua della guerra operata da parte del CPSC (Consumer Product Safety Commission) contro l’inventore dei “buckyballs” che sono piccole sfere di magneti di neodimio molto utili per fare costruzioni geometriche. Io li ho comprati per i miei figli quando erano ancora in vendita e sono un ottimo “tool” per l’insegnamento della geometria 3d.
    La legge è la risposta isterica di una maggioranza che si rifiuta di assumersi responsabilità per le proprie azioni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.