E adesso, per piacere, possiamo diminuire i poteri del governo?

novembre 12, 2016 1 Comment
By

cw_v29kxaaalutaLa mente umana è capace delle acrobazie logiche più incredibili. Pensate: ci sono in questo momento milioni di persone che si lamentano (e protestano violentemente) di quello che potenzialmente un governo Trump potrebbe fare per discriminare minoranze, ma non hanno alcun problema se questo viene fatto da un presidente della loro parte. Non solo ma in genere queste persone richiedono che il governo abbia ancora più poteri sui propri cittadini ma questo va bene solo se è il loro presidente ad averli. Credo che, se davvero esista una cosa positiva di una presidenza Trump, sia quella di essere riuscita a svelare l’estrema ipocrisia e immaturità di milioni di persone che pensano di poter imporre la loro visione del mondo sugli altri solo quando fa i loro interessi.tumblr_ogfqmwmhzl1u5a328o1_400

Se avete paura di quello che un Trump potrebbe fare al governo non è forse arrivato il momento di limitare i poteri del governo? Volete essere governati da un leader supremo ma solo quando è della vostra parte. Volete che quel leader supremo discrimini minoranze ma solo quando è della vostra parte. Volete che quel leader supremo bombardi coi droni i propri nemici ma solo quando è della vostra parte. Che imprigioni o tenti di assassinare i whistleblower ma solo quando è della vostra parte. Che torturi i nemici a Guantanamo e finanzi i terroristi islamici ma solo quando è della vostra parte. La vittoria Trump è stato il momento in cui i vostri paraocchi sono stati rimossi e vi ha fatto vedere quanto indecenti e spregevoli le vostre menti siano diventate sotto la presidenza Obama. Trump è lo specchio a cui ora vi guarderete ogni giorno, l’immagine contro cui sputerete maledizioni e bestemmie per 4 anni. E’ la vostra pena del contrappasso per aver giustificato ogni malefatta della presidenza Obama.

E ora volete perfinocw_4vrjxuaampjw emigrare ma solo in Canada o in Australia dove potrete godere di tutti i privilegi che il vostro presidente Obama ha negato (o Clinton avrebbe) per anni ad altre milioni di persone nel mondo. Se fossi Trump il primo decreto che annuncerei sarebbe quello di permettere a tutte queste persone di emigrare solo in Yemen, Pakistan, Libia, nelle siriane Raqqa, Aleppo Ovest e Idlib e in Afghanistan e pagherei coi soldi pubblici per farli partecipare in tour turistici in paradisi come Guantanamo Bay e l’ambasciata ecuadoregna a Londra. Li inviterei a parlare con Chelsea Manning, in isolamento in una cella di una prigione militare, con Edward Snowden in esilio in Russia e ovviamente con Julian Assange da anni rinchiuso in una stanza-prigione dentro l’ambasciata dell’Ecuador a Londra. In quel momento, forse, di fronte alle sofferenze di tutte le persone perseguitate da Obama, di fronte alle lacrime delle donne e uomini che ha fatto vedovi queste persone diventeranno adulte.

 

Tags: , ,

1 Comment » One Response to E adesso, per piacere, possiamo diminuire i poteri del governo?

  1. Procellaria on novembre 12, 2016 at 13:47

    Sei ottimista. Per me alla prossima elezione del candidato preferito tornerà ad essere tutto ok.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.