Cultura

Manganellate liberali

ottobre 2, 2017
By

Se fossi stato scozzese avrei votato no. Se avessi avuto diritto al voto – da residente fisso in Inghilterra – avrei votato no alla Brexit. Se ci fosse un referendum su indipendenza della Sardegna voterei – da sardo non praticante – no, ma voterei si per l’annessione della Sardegna alla Svizzera per la formazione del Canton Marittimo. Se fossi stato catalano prima di ieri avrei votato probabilmente no. Oggi dopo quello che ho visto forse avrei votato si. Sono...

Read more »

4 Comments

Puoi sempre andartene via

settembre 28, 2017
By

Sono contrario alla educazione civica a scuola ma se proprio dobbiamo tenerla farei vedere questo video di Tomasz Kaye ogni giorno agli studenti. Chissà che non ne esca un mondo migliore.

Read more »

Il referendum Catalano ci insegna che anche le democrazie sono malcelate dittature

settembre 22, 2017
By

Rajoy deve avere dormito sotto un sasso negli ultimi anni per non aver visto come il governo britannico e quello canadese abbiano gestito i loro referenda secessionisti. (O forse l’anima di Franco non ha mai lasciato Madrid e ora ci ritroviamo con (quasi) i carri armati per le strade?) Come non notare che nel 2014 il governo britannico aveva consentito alla Scozia di votare sull’indipendenza e prima ancora il Canada con il Quebec ben due volte e ancora prima...

Read more »

4 Comments

E adesso che il roaming non c’è più non meravigliatevi delle tariffe più alte

agosto 3, 2017
By

Alzi la mano chi non è felice di andare all’estero e non pagare quelle costose tariffe roaming? Urrà! Contro i cattivi operatori telefonici un bello schiaffo da parte dell’Unione Europea. Per una volta i consumatori hanno vinto una battaglia di civiltà! L’eliminazione del roaming è un diritto! Ma, ahimè, a quelli che in questi ultimi tempi festeggiano l’eliminazione del roaming all’interno dell’Unione Europa sfuggono alcuni risvolti importanti che di conseguenza potrebbero ritorcerglisi contro. Ma andiamo con ordine. Cosa è...

Read more »

Perché non festeggio mai Indipendence Day

luglio 6, 2017
By

L’altro ieri in America si festeggiava il giorno dell’indipendenza. E da che mondo e’ mondo il 4 Luglio i libertari si dividono in quelli che festeggiano questa giornata e quelli che la considerano una delle piu’ nefaste della storia moderna. Che vi piaccia o no io sono tra quelli che non festeggiano, anzi. La cosa piu’ grottesca – e che conferma come la mente umana sia composta da moduli stagni senza comunicazione tra loro – e’ che insospettabili libertari...

Read more »

8 Comments

Perché non dico mai di essere un libertario

maggio 22, 2017
By

Ogni tanto nella vita virtuale di internet incontri qualcuno le cui parole o ragionamenti ti sembrano familiari. Come se la sua mente e la tua entrino in sincronizzazione, sulle stesse lunghezze d’onde. Quando accade sai di essere di fronte ad un libertario. E su internet non ci vuole molto a farlo ammettere. Su internet siamo tutti anonimi e portiamo la maschera. Ma nella vita reale? Nella vita reale penso di essermi trovato di fronte ad un paio di libertari,...

Read more »

7 Comments

Il trionfo del supermercato, l’apice della civiltà umana

aprile 21, 2017
By

Pensate ad un oggetto familiare come la matita. Semplice, economico e onnipresente. Descritto così potreste pensare che sia facilissimo riprodurlo. Ma una sola persona riuscirebbe mai a costruire una matita dal nulla? Probabilmente no, neppure nel 2017. I suoi componenti provengono da ogni angolo del pianeta, Le tecniche per lavorarli sono così complesse che richiederebbe decenni ad una persona per poter anche solo abbozzare le materie prime. Il video che vedete qui in alto “I, pencil” è sicuramente la...

Read more »

3 Comments

Libertarismo e l’ananas sulla pizza

febbraio 28, 2017
By

La settimana scorsa il web italiano è andato in tilt per la notizia in cui il presidente dell’Islanda avrebbe affermato che, se avesse potuto, avrebbe vietato la pizza con l’ananas per legge. Grandi applausi, gente che proponeva una legge in Italia, tentativi di petizione ecc. Ho letto di tutto, perfino giornalisti (non commentatori, proprio giornalisti) che parlavano della pizza con l’ananas come di nazi-culinaria e stupro gastronomico. Ora, voi vi chiederete cosa avrà a che fare questa notizia con...

Read more »

2 Comments

Burn the flag, burn it!

novembre 30, 2016
By

“I pledge allegiance, to the flag, of the United States of America. And to the republic, for which it stands, one nation under God. Indivisible, with liberty and justice for all.” Ogni mattina milioni di persone in USA sono obbligate a pregare di fronte ad un oggetto, e a promettere fedeltà all’istituzione che direttamente rappresenta. Non parliamo di un crocefisso o della Pietra Nera della Mecca. Parliamo di milioni di studenti che a scuola si devono alzare in piedi...

Read more »

5 Comments

I due errori della Rojava

agosto 27, 2016
By

Abbiamo visto come la Rojava rappresenti quanto di piú vicino abbiamo dell’idea di un territorio astatale ad oggi. Sfortunatamente la Rojava avrá vita breve e possiamo dire che la sua fine era giá stata scritta mesi fa quando sono state prese due decisioni importanti: aver accettato un’alleanza strategica con uno stato, gli USA; e aver ceduto al nazionalismo curdo. La prima decisione non era per niente scontata e all’interno della comunitá rojaviana c’era chi privilegiava un’alleanza con i russi,...

Read more »

Olimpiadi, affare di Stato

agosto 19, 2016
By

Come se non bastasse dover sorbirci settimane di patriottismo cretino e partigianeria da bambini dell’asilo dobbiamo aggiungere i soldi che escono dai nostri portafogli per dare da mangiare a pochi privilegiati. Parliamo dei Giochi Olimpici, dei loro costi e dell’anomalia tutta italiana. Pare che a parte pochi paesi tipo la Corea del Nord l’Italia sia uno dei pochi ad associare la quasi totalità dei propri atleti alle forze armate. A Londra erano ben il 63% del totale. L’89% delle...

Read more »

3 Comments

Lives matter and gun ownership too

luglio 13, 2016
By

Arrivo un po’ in ritardo dopo la sparatoria di Dallas (oramai notizie e discussioni svaniscono in 24 ore e io sarei un pessimo giornalista a parlarne dopo 5 giorni) quindi non mi aspetto una grande discussione qui sul blog. Ma comunque volevo dire la mia e far notare un paio di cose. La prima è che molte delle stesse persone che il giorno prima chiedevano di bandire le armi da fuoco, dopo l’episodio di Dallas si sono magicamente tramutate...

Read more »

24 Comments

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.