Economia

Dolce in Gabbia: come elusione diventa evasione

novembre 28, 2011
By

La settimana scorsa ha fatto molto scalpore la vicenda giudiziaria sulla presunta evasione fiscale di Dolce & Gabbana. In particolare a far scoppiare il caso sui giornali non è stato tanto che sia arrivato un ricorso in Cassazione dei precendentemente assolti Domenico Dolce e Stefano Gabbana. I giornali erano più interessati invece ai messaggi su Twitter di Stefano che scriveva “E’ proprio vero che in Italia fanno quello vogliono… a loro piacimento… sarebbe meglio forse andarsene”. Seguito da...

Read more »

1 Comment

Gheddafi muore e Finmeccanica va in bancarotta

novembre 17, 2011
By

Dal titolo parrebbe una congettura azzardata ma a noi piace fare congetture azzardate perché sono quelle che fanno pensare di più. Sta di fatto che Finmeccanica, un’azienda con le mani in pasta nella politica italiana da decenni, aveva fatto investimenti milionari proprio col Colonnello Gheddafi con il beneplacito del governo Berlusconi (ovviamente a cosa serve un governo se non ad aiutare gli amici in difficoltà?). Al Marzo 2011 si parlava di 800 milioni di euro investiti in Libia. Prima...

Read more »

5 Comments

La causa della crisi greca spiegata con un solo grafico

novembre 10, 2011
By

Ormai il mantra degli indignados contro i banchieri, gli speculatori e i capitalisti avrà contagiato anche voi. E’ un meme, e come un mantra appunto, facile da ricordare, da ripetere e difficile da estirpare. Ma forse un singolo grafico e un po’ di buon senso possono far capire che le cause sono molto più varie e non si trovano a Wall Street ma nel vero centro nevralgico che tutti vorrebbero ancora più potente per arginare la crisi, ovvero il...

Read more »

12 Comments

Un altro scandalo Solyndra

novembre 4, 2011
By

Sicuramente non avrete mai sentito parlare dello scandalo Solyndra, quindi non sarà una sorpresa leggere dello scandalo Beacon Power, giusto? Perché? Semplice: qualsiasi malefatta o crimine compiuti dall’amministrazione Obama vengono completamente ignorati dai giornali europei. E dopo tutto, si parla del peccatuccio più comune tra governanti: ovvero aiutare gli amici coi soldi pubblici e mettere il bastone fra le ruote ai nemici. Non è forse questo l’unico motivo per cui esiste lo Stato? Quindi dopo Solyndra ecco un nuovo...

Read more »

2 Comments

Pastori sardi contro Equitalia: una guerra già persa (dai cittadini)

novembre 2, 2011
By

Stato, Unione Europea, Equitalia, banchieri e speculatori senza scrupoli. Un bel mix esplosivo che ha creato problemi a più di 80.000 allevatori e agricoltori sardi. Come dico sempre: quando lo stato ci mette lo zampino crea solo problemi. La storia? Torniamo indietro al lontano 1988 quando la Regione Sardegna con la Legge 44 dà la possibilità a decine di migliaia di allevatori e agricoltori sardi di accedere a mutui agevolatissimi per comprare macchinari, riparare stalle e ovili o altri...

Read more »

2 Comments

Il Grande Fratello finanziario cattolico

ottobre 26, 2011
By

E sì che ci eravamo abituati alla dottrina sociale della Chiesa Cattolica da molti decenni e alle alleanze con i partiti più statalisti della scena politica, ma perfino un pungente critico dell’operato della Chiesa (per usare un eufemismo) come me l’altro giorno è rimasto a bocca aperta per le farneticanti dichiarazioni della sala stampa vaticana. Secondo il Pontificio Consiglio per la giustizia e la pace la crisi odierna è stata causata dal liberismo selvaggio. Spesso si dice che in...

Read more »

1 Comment

Il dente avvelenato

ottobre 17, 2011
By

Il fascismo fu inventato da una persona proveniente dal socialismo, il nome intero del nazismo è nazionalsocialismo. In pratica, queste due ideologie hanno aggiunto al sostrato socialista bislacche teorie razziali e nazionaliste. Entrambe volevano uno Stato Totalitario, ossia che controllasse e conducesse la totalità degli aspetti presenti nella società, dal tempo libero all’economia (condividendo quindi molti aspetti con le ideologie socialiste). Non per niente durante il fascismo la Camera dei deputati fu trasformata in Camera dei Fasci e delle Corporazioni....

Read more »

11 Comments

L’ultimo cavaliere del Liberalismo

ottobre 14, 2011
By

Uno di quei misteri che vanno molto oltre l’umana comprensione è il perché la figura di Ludwig von Mises sia oggi così poco conosciuta e apprezzata. Sì, negli ultimi anni si è assistito a un piccolo revival, complice anche lo spaesamento conoscitivo di fronte alla nostra Grande Depressione di fine anni ’00 (e inizi ’10, a dirla tutta); però si tratta sempre di cosa piccola rispetto al portato di questo grandissimo studioso. Ludwig von Mises (1881 -1973) è stato...

Read more »

Lo Stato ci aiuti contro le recensioni anonime

ottobre 12, 2011
By

Internet questo mostro. Deve essere che gli italiani hanno un pessimo rapporto con la rete. O forse hanno semplicemente un pessimo rapporto con le libertà. Sta di fatto che quando si tratta di difendere i propri interessi i gruppi di potere che contano cercano in tutti i modi di utilizzare lo Stato per avere favori che li possano avvantaggiare. L’abbiamo visto con il caso della Legge anti-Amazon di qualche mese fa e chissà se in futuro lo vedremo anche...

Read more »

4 Comments

Lo scandalo Solyndra e la “bolla verde” del futuro

ottobre 6, 2011
By

Quello che segue è la dimostrazione lampante dei meccanismi diabolici che regolano l’interelazione tra Stato e grandi compagnie. Una relazione reciproca per cui lo Stato spesso privilegia alcune compagnie o imprenditori vicini ai governi utilizzando soldi pubblici con la scusa del bene comune. Parliamo di Solyndra, l’azienda californiana che produceva pannelli fotovoltaici orizzontali d’avanguardia. Questi pannelli erano in grado di assorbire energia solare da molte direzioni grazie alla struttura tubolare dei suoi componenti. Lo scandalo Solyndra incomincia nel 2009...

Read more »

7 Comments

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email


 

Iscriviti alla newsletter!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 L'Autore, inoltre, dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore.